Sei in: Favignana - Michele Gallitto - I garibaldini favignanesi
Egadi Service Servizi Turistici
 
Isole Egadi
La laguna dello Stagnone
 Michele Gallitto
Michele Gallitto
 Previsioni Meteo
Previsioni meteo

Cerca:



I garibaldini favignanesi
Garibaldi poté compiere la sua straordinaria impresa anche grazie all'apporto degli uomini del Sud, che si unirono al suo esercito mentre avanzava verso Napoli.
Alcuni di essi venivano da Favignana. Oltre al già citato Sebastiano Galigarsia, che fece parte dei Mille, furono almeno dodici i Favignanesi che lo raggiunsero in seguito e almeno quattordici quelli che lasciarono l'esercito borbonico per far parte del nuovo Esercito Nazionale. 86
1) Galigarsia Sebastiano di Michele. Nato a Favignana il 28.10.1820. Emigrato politico a Livorno, sbarcato 1'11 maggio a Marsala coi Mille, morì nella battaglia di Calatafimi."
2) Del Fina Pietro di Vincenzo. Nato nel giugno 1836, dal 1910 residente a Salemi.
3) Lentini Giovanni di Filippo. Di anni 40, arruolato il 28 agosto nel Battaglione "Saura".
4) Li Volsi Giovanni di Mario.
5) Rappa Rosario di Filippo. Decorato con la medaglia di bronzo nel 1862.
6) Sesta Giovanni di Carlo. Nato nel dicembre 1842. Dal 1910 residente a Marsala.
7) Sparta Matteo di Giuseppe. Di anni 28, arruolato il 2 agosto nella 16a Divisione Artiglieria.
8) Torrente Andrea di Paolo. Di anni 18, arruolato 1'11 agosto nel Battaglione "Alaimo".
9) Torrente Emmanuele. Di anni 36, Tenente del Battaglione "Saura".
10) Torrente Giacomo. Decorato con la medaglia di bronzo nel 1862.
11) Torrente Giuseppe di Paolo. Di anni 26, arruolato 1'11 agosto nella Brigata "Alaimo". Combattè a Calatafimi e a Palermo. Decorato con la medaglia di bronzo nel 1863.
12) Torrente Salvatore. Della Brigata Bixio. Morì nell'ospedale militare in Reggio Calabria. Decorato con la medaglia d'argento."
A questi, bisogna aggiungere Torre Carlo fu Francesco, che non risulta registrato come garibaldino. Eppure sulla sua tomba al cimitero di Favignana, una lapide tra le altre cose lo definisce "Patriota per la guerra 1860", lasciando intendere che abbia partecipato all"impresa garibaldina. Sappiamo che molti hanno dovuto faticare, anche se sostenuti da testimoni, a dimostrare di aver partecipato all'impresa garibaldina. Questa ricerca potrebbe servire anche a dare la giusta importanza ad un patriota favignanese dimenticato.
Il giornale "La voce della Sicilia" di domenica 28 ottobre 1860 diede la notizia della sua morte.
88 Tra le carte dell'Archivio di Stato di Torino, esaminate da me e da mio fratello Salvatore, si legge che Torrente Salvatore morì sul campo di battaglia di Reggio e non in ospedale, mentre è molto probabile che sia morto in ospedale a causa delle ferite riportate. Questi errori di valutazione, trascritti poi in verbali fatti spesso frettolosamente dai medici e dai loro aiutanti mentre imperversava la battaglia, succedevano abbastanza di frequente.
73
Anche il tenente Torrente Emanuele sembra non aver ottenuto il riconoscimento desiderato. Nei documenti dell'Archivio di Stato di Torino risulta una sua richiesta di potersi fregiare della Medaglia Commemorativa della Indipendenza Italiana. Fino al 1859 il tenente Torrente fece parte dell'esercito borbonico, nel 3° Battaglione Cacciatori; poi si arruolò tra le fila garibaldine e destinato tra i Cacciatori dell'Etna, esattamente al 5° Battaglione Saura. In seguito alla sua supplica, gli venne chiesto più volte di dimostrare, tramite documenti ufficiali o testimoni, di essere stato un garibaldino. Intervenne in suo favore anche il sindaco di Favignana, Canino, ma non risulta che abbia ottenuto quanto richiesto.
I Favignanesi veterani dell'Esercito Meridionale, che disertarono il 5 giugno 1860 per prestare servizio nelle truppe nazionali, furono: Bianco Carlo, di anni 60; Bianco Marco, di anni 64; Bianco Gaspare, di anni 58; Bianco Vincenzo, di anni 56; Campo Giuseppe, di anni 60; Campo Pietro, di anni 65; Carriglio Pietro, di anni 65; lovino Carmelo, di anni 62; Iovino Francesco, di anni 75; Ponzè Giuseppe, di anni 54; Ponzio Baldassarre, di anni 60; Ponzio Nicolò, di armi 58; Torre Paolo, di anni 54; Torrente Vito, di anni 58.

 

 



 

indietro

 
 
 
Sponsor
 
 
 
 

Credits - Requisiti di sistema - Contatti - Mappa del sito

EGADI SERVICE

Egadi Service
Link sponsorizzato  
Per la tua pubblicità su questo sito telefona
3477683430