I fenici la chiamavano Katria, i latini Egate, i greci Aegusa (l'isola delle capre) per la quantità di capre selvatiche che pascolavano nell'isola. Ma, oltre alle capre, c'erano altri animali selvatici: conigli, porci, e asini. Una leggenda racconta che Aegusa era una ninfa che abitava nell'isola. L'isola era ricca di alberi e l'acqua vi abbondava, anche se per averla bisognava scavare. Il nome attuale dell'isola risale al medioevo e sembra derivare dal nome di un vento caldo proveniente da ovest, il Favonio. Nel dialetto egadino, l'isola si chiama Fougnana e gli abitanti fougnanisi. A Favignana, ma soprattutto nel tratto di mare tra Punta Marsala e Marsala, all'alba, sono sempre esistiti i Farfallicchi (paragonabile al fenomeno di fata Morgana). Sin dall'antichità molti hanno detto che si possono vedere : uomini, barche, animali, ecc. Prevalentemente brulla, l'isola si estende per 19 km2, è lunga 9 km e larga 4. E' formata dalle due zone pianeggianti del Bosco e della Piana, divise da un ampio corpo montagnoso di natura calcarea, che le danno una forma di farfalla adagiata sul mare: a questa la romantica definizione che ne diede il pittore Salvatore Fiume negli anni '70. Ma c'è stato anche chi, anni prima, per la sua forma l'ha paragonata ad uno sparviero (uccello di passo). Infatti, lo stemma del municipio rappresenta un uccello rapace che distende le sue ali su tre torri. Il punto piu alto è Santa Caterina (m. 310), sormontato da un castello. Favignana è famosa per le sue cave di tufo pregiato; per le sue tonnare; per lo stabilimento dove avveniva la lavorazione e l'inscatolamento del tonno; per il palazzo Florio; per il carcere San Giacomo; per il castello di Santa Caterina, di cui molti patrioti del Risorgimento conobbero le umide segrete. E perchè è stata a lungo colonia di coatti e di confinati politici. Da visitare il parco archeologico nella zona di San Nicola e il piccolo Museo archeologico che raccoglie antichi reperti locali. Il centro abitato si è formato dopo il 1640. Attualmente Favignana ha circa 3300 residenti. Dista 9 miglia da Trapani e 7 da Marsala. Vicino alle sue coste si trovano alcuni isolotti e scogli: - il Preveto (u Previtu) è un isolotto basso, che si trova in localita' Pirreca, distante circa 150 metri dalla riva; vi sono ancora visibili i ruderi di una vecchia casa; Galeotta (a Liotta) e Galera (Alera) : isolotti di colore nerastro, situati a sud di Favignana; emergono bassi dal mare, in una zona ricca di correnti marine; scoglio Corrente (Scogghiu Currenti), così chiamato per le forti correnti sottomarine che lo circondano; scoglio Palumbo (Scogghiu Palummu) si trova tra il Preveto e Punta Lunga; attorno al suo fondale si trova qualche relitto di imbarcazione. Dal libro di Michele Gallitto "Egadi Ieri ed Oggi"

 

Se hai voglia di trascorrere le tue vacanze a Favignana, ma non sai a chi rivolgerti per trovare l'appartamento che piú addice alle tue esigenze e ai tuoi gusti, rivolgiti a noi. Provvederemo ad informarti su tutto ció che potrá soddisfarti (dalle caratteristiche della casa ai prezzi). Se decidi di contattarci mandaci un' e-mail specificando il numero delle persone (se si tratta di un nucleo familiare, se ci sono bambini, anziani) e il periodo esatto della vacanza. Saremo felici di fare il possibile affinché possiate trascorrere una vacanza indimenticabile.

 

Come muoversi

Come ci si muove a Favignana

Favignana è un' isola piuttosto piccola formata da due zone piuttosto pianeggianti, divise da un ampio corpo montagnoso, che le danno la forma di una farfalla adagiata sul mare. È lunga 19 km e larga 4 km. Durante il periodo turistico il traffico stradale è notevole.

L'uso di un'auto propria è sempre possibile (attenzione al divieto di parcheggio per i non residenti), ma Vi consigliamo di fare attenzione ai numerosi parcheggi dislocati nel centro urbano dove è consentito parcheggiare solamente ai residenti.
È possibile noleggiare, sul posto, auto, ciclomotori e biciclette presso i numerosi servizi di autonoleggio.

Piuttosto efficente è il servizio di trasporto pubblico, costituito da taxi (Speedytaxi) e dal servizio di autobus che collegano in maniera piuttosto capillare i vari punti dell'isola con corse frequenti. Il capolinea e nelle immediate vicinanze del porto.

 

GASTRONOMIA

IL MEGLIO DELLA CUCINA EGADINA

Parlare di una località turistica significa anche parlare della sua gastronomia, infatti intorno alla cultura della buona cucina sono nati riti, abitudini, comportamenti, che riconducono alle nostre origini personali e alla cultura del territorio di appartenenza. Il pesce e le tipiche verdure mediterranee sono i protagonisti della cucina egadina. Il pesce, e il tonno in particolare, risentono, nella loro preparazione, oltre che di forti influenze arabe e spagnole. anche dei particolari profumi delle erbe spontanee che nelle Egadi trovano il loro habitat migliore. Ovunque, in famiglia come al ristorante. trionfano le melanzane preparate in cento versioni, gratinate. in caponata, alla parmigiana, arrostite, a funghetto, ognuna col tocco personale e creativo del loro autore. il finocchietto selvatico usato per la pasta con le sarde o per aromatizzare pietanze di pesce; i ricci usati come antipasto o per condire la pasta; le cernie da preparare al forno, ai ferri, in umido...; il tonno da servire ai ferri, in agrodolce, in polpette, in involtini, crudo, con patate, stufato...; il cuscus di pesce, piu o meno ricco a seconda del gusto del suo autore, le piccole e saporite patelle, la ricotta, le attinie. In vari ristoranti delle Egadi è da notare la reinterpretazione dei piatti isolani tradizionali, che assumono così un gusto originale. I prelibati piatti che è possibile assaporare nei tipici ristoranti egadini offrono poi l'opportunità di viaggiare nella storia e nelle tradizioni isolane che vengono raccontate in forma di aneddoti al commensale, tra un piatto e l'altro, per farlo sentire in sintonia con il luogo che lo ospita. Chi ama la buona cucina non potrà. pertanto. fare a meno di programmare un itinerano alla scoperta di chi sa offrire ancora queste delizie. RISTORANTI: Ristorante Nautilus, Quello Che C'e' Ce', Ristorante Aegusa, Ristoro La Gola

 

TRASPORTI

COME RAGGIUNGERE FAVIGNANA

Dall'aeroporto collegamento con bus per il porto di Trapani.

 In auto: Autostrada per Trapani.

In treno: Stazione Centrale Palermo - Stazione Trapani (vedi orari FS)

In bus: Palermo Piazza Politeama - Trapani Porto (1 ogni ora dalle 7.00 alle 21.00)

Aereoporto Falcone-Borsellino - Trapani Porto (1 al giorno ... la mattina)

Dal porto di Trapani imbarco per Favignana con traghetti Libertylines Informazioni e prenotazioni Libertlines Tel. +39 0923 873813 (Trapani)

Egatour Viaggi:Agenzia di Trapani Tel. 0923/21956 (Trapani) Segesta Autolinee: Bus Tel. 091/6167919 - 6169039 (Palermo)